Mobilità - numero 36 del 2004


Visita anche:

HandyLex.org

Superando.it

Editoriale

Il grande fardello

Diritti

Ottenere un ausilio di Carlo Giacobini
Nel 1999, all'indomani della pubblicazione del Regolamento che fissava i criteri per la fornitura degli ausili, Mobilità dedicò un numero monografico alla novità legislativa. A distanza di cinque anni, e su giusta ed insistente richiesta dei nostri Lettori, torniamo sull'argomento proponendo una sintetica guida con l'intento di essere utili alle persone con disabilità e ai loro familiari.

Sicurezza

Simulazione e realtà

Il simulatore dei Centri di Mobilità Fiat

La sicurezza stradale è un aspetto importante che non possiamo dimenticare nemmeno quando affermiamo il diritto delle persone disabili a condurre un veicolo. Esse devono infatti essere poste nella condizione di sapere se sono idonee e di individuare gli adattamenti adeguati. Scopriamo quali sono gli strumenti per garantire queste opportunità e quale impatto possono avere, in particolare, i simulatori di guida.

Equitazione

Un cavallo per amico di Alessandra Lecaldano Sasso La Terza
L'equitazione può essere praticata dalle persone con disabilità non solo per fini riabilitativi ma anche a livello agonistico. Grazie all'impegno della FISD e di numerose associazioni presenti sul territorio nazionale, avvicinarsi all'arte equestre è più facile di quanto si creda. Cerchiamo di conoscere meglio questa nobile disciplina che può dare molto a chi la pratica.

Città possibili

Quel ramo del lago di Como... di Alessandro Acquaviva

È difficile pensare a Como senza che torni alla mente anche la bellezza del suo lago. Esso tuttavia è solo una delle attrattive offerte al turista, che potrà visitare edifici storici, musei e giardini ed assaporare le prelibatezze della cucina locale.

Taccuino di viaggio

Ti piace il cammello? di Angelo Raffaele Cagnazzo
Quattro amici, una vecchia auto, la voglia di visitare paesi lontani e conoscere culture diverse: il nostro Lettore ci racconta il suo viaggio alla scoperta del Marocco. Una vacanza iniziata non senza qualche timore, anche a causa del proprio deficit uditivo, che si è poi rivelata una magnifica esperienza.

Cinema e letteratura

Il libero arbitrio di Antonio Tripodi
Nell'era del "politicamente corretto" troviamo anche un film che guarda all'handicap con occhio disincantato: una persona con disabilità non è necessariamente buona e simpatica, e questo perché ogni individuo è libero di fare le proprie scelte, siano esse giuste o sbagliate. Scopriamo come viene affrontato il tema del libero arbitrio in due opere antitetiche, il recentissimo The Village del regista Shyamalan ed il Riccardo III di Shakespeare.

Notizie varie

In breve

Articoli non in linea

Piccoli gradini di Eugenia Monzeglio
Scivoli, rampe mobili e sollevatori meccanici non sono certamente una novità. Purtroppo però sono ancora molte le strutture commerciali e di servizio che presentano dislivelli non facilmente superabili. Riproponiamo perciò una carrellata sulle soluzioni che permettono di superare il "malefico gradino", augurandoci che possa servire a sensibilizzare chi ancora non si è adeguato all'utenza con disabilità.

Notturno con handicap
Le norme sulle agevolazioni per i lavoratori che assistono familiari con handicap grave e per gli stessi disabili che lavorano sono piuttosto "timide" ed aleatorie. Fra queste ci sono le direttive che disciplinano il lavoro notturno e che prevedono forme di esenzione per chi accudisce familiari con disabilità. La loro applicazione, tuttavia, non è delle più semplici. Vediamo il perché.

Lettere a Mobilità

Ultimo aggiornamento:
23 novembre 2005