Mobilità Sommario numero 59 - 2008


Visita anche :

HandyLexPress

Chiude Mobilità, ma nasce una nuova rivista. La prima dedicata interamente ai diritti e alle opportunità per le persone con disabilità e i loro familiari: cittadini, utenti, clienti e consumatori.

la copertina del primo numero di handylex press

Nasce una rivista nuova. Si chiama HandyLexPress, tratta di diritti e di opportunità ed è dedicata alle persone con disabilità, ai loro familiari e a quanti operano in questo settore. Essere cittadini, consumatori, clienti e utenti consapevoli, rispettosi e rispettati, significa preventivamente essere informati ed aggiornati, correttamente e in modo autorevole e comprensibile.

Vivono in Italia – secondo l’ISTAT – circa due milioni e mezzo di persone con disabilità che sono cittadini, consumatori clienti ed utenti. E almeno altrettanti sono gli operatori del settore che di persone anziane o disabili si occupano. A queste persone, tentando di colmare un vuoto informativo, si rivolge HandyLexPress, forte dell’esperienza e del successo maturati nel web.

Dal web alla carta

HandyLex.org (www.handylex.org) è il sito internet più noto in questo settore e vanta una media di 10 mila visitatori al giorno, oltre 12 milioni di pagine scaricate nell’ultimo anno, più di 6.000 persone iscritte alla mailing list. Oltre 16 mila pagine web linkano HandyLex.org che autorevolmente, da oltre 10 anni, presenta tutte le novità relative ai diritti delle persone con disabilità, supportandole con una estesa banca dati delle fonti normative.

Ora, la redazione – una nuova e più potente redazione – è pronta per il grande salto: passare ad una rivista su carta. Una sfida tutta nuova: su carta si troverà quello che in internet non c’è e i contenuti saranno disponibili in modo diverso.

Nonostante l’enorme diffusione del web, lo strumento cartaceo rimane il primo veicolo di informazione, ma soprattutto consente di trasmettere le informazioni in modo diverso da quello ipertestuale.

La famiglia si allarga

La “famiglia” di HandyLex offrirà ora due strumenti fra loro complementari: il sitoHandyLex.org – con le schede, le fonti, le norme, i servizi interattivi, e la rivista – HandyLexPress – con le indagini, le guide, i suggerimenti operativi, i moduli di comprensione utili a chi di leggi “mastica poco”, ma sicuramente ne subisce gli effetti e le conseguenze.

Chi apprezza il primo – HandyLex.org – non potrà fare a meno della nuova rivista. Chi si avvicinerà a HandyLexPress, potrà poi usare meglio anche gli strumenti del web.

I settori e le rubriche

La nuova rivista è suddivisa per settori che si differenziano a seconda dell’angolo prospettico e del tipo di approfondimento prescelto. In comune il filo conduttore: una rivista di servizio con l’intento di offrire strumenti di comprensione e di azione ai Lettori.

Le Novità: il settore, legato all’attualità, è dedicato a presentare le novità legislative più recenti con particolare attenzione a quelle con più immediata e significativa ricaduta sulle persone con disabilità.

Le Indagini: le indagini della rivista si incentrano su vari aspetti legislativi ed in particolare sullo stato di attuazione e di applicazione della normativa. Una panoramica, quindi, sull’esistente con accurate ricerche sul campo.

Le Interviste: questo settore non ha lo scopo di essere una tribuna o uno spazio per raccogliere meramente le opinioni di persone con incarichi pubblici, ma si pone l’obiettivo di evidenziare quali sono o saranno le azioni che riguardano le persone con disabilità e i loro familiari.

Per consentire al Lettore di costruirsi un’opinione matura e consapevole, le interviste saranno prevalentemente comparative, cioè sugli stessi temi si porranno le medesime domande sia a responsabili istituzionali che a referenti delle parti sociali o a persone verosimilmente di opinione ed esperienza contraria. Le interviste, inoltre, verranno affiancate da box e comunicazioni su fatti, dati e circostanze reali.

I Diritti: è il settore più corposo in termini di pagine e più immediatamente fruibile dai Lettori. I diversi articoli, infatti, sono elaborati con un’attenzione particolare alla correttezza di quanto espresso e al contempo con una cura per la comprensibilità dei concetti espressi. I temi sono stati individuati fra quelli su cui c’è una maggiore richiesta da parte delle persone con disabilità e dei loro familiari. L’intento è quello di poter fornire strumenti informativi utili a far valere i propri diritti e a conoscerne i limiti.

Le Azioni: la rubrica ospita le proposte formalizzate di modifica legislativa o di interpretazione amministrativa elaborate dalle associazioni. Proposte di legge, denunce, interpelli che potrebbero avere una ricaduta concreta nella quotidianità delle persone con disabilità. Si privilegia, anche in questo caso, la concretezza delle azioni e non già le proteste non trasformate in azioni.

Il Caso: si tratta di una rubrica specifica dedicata ad una sentenza (giustizia civile, penale, amministrativa) su un caso specifico. La scelta dei casi da trattare è legata al potenziale maggiore interesse per i Lettori.

Europa e mondo: uno spazio riservato alle direttive, raccomandazioni, azioni legali internazionali con ricaduta diretta e concreta sui cittadini e le istituzioni italiane.

Lettere: la voce ai Lettori, nell’ultimo settore, soprattutto per raccogliere quesiti ed esperienze utili alla generalità delle persone con disabilità ed alle loro famiglie.

Il taglio e le soluzioni grafiche

HandyLexPress non è una “noiosa” rivista tecnica, legale, per esperti, per pochi. Il principio su cui si basa è che i diritti, le agevolazioni, le opportunità devono essere note a tutti e, quindi, comprensibili ed accessibili a chiunque. Indipendentemente dalla propria preparazione e cultura. Peraltro, in questi anni, attraverso il sito HandyLex.org si è rilevato che la comprensione della normativa e dei diritti non è connessa affatto al grado di istruzione. Ci sono persone estremamente colte che non sono in grado di comprendere immediatamente una legge e le sue sfumature. Altre persone, magari poco istruite, sono talvolta più raffinate, per quotidiana frequentazione con i problemi reali, nel cogliere le sfumature, le novità.

Questa disomogeneità impone di adottare un linguaggio e una modalità espositiva comprensibili a tutti, con ricchezza di esempi, di casi, di strumenti interpretativi, che – alla fine – si rivelano utili e pratici anche per i Lettori più esperti. Può apparire semplice, ma non lo è affatto, soprattutto se – come HandyLexPress – si intende mantenere l’autorevolezza e la precisione. Le soluzioni grafiche saranno conseguenti a queste scelte.

La proprietà, l’editore, la rete

HandyLex è un marchio di proprietà dell’Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare, Onlus che è quindi anche proprietaria della rivista HandyLexPress.

Editore del periodico è EmpowerNet srl, il cui azionista di maggioranza è la FISH, Federazione Italiana per il Supermento dell’Handicap, organizzazione ombrello che raggruppa le principali associazioni nazionali delle persone con disabilità e dei loro familiari. Vi afferiscono circa un milione e mezzo di associati con una rete di circa 800 delegazioni territoriali.

HandyLexPress, quindi, non è solo la rivista della rete delle associazioni e delle persone che vi afferiscono, ma da quella rete e dai suoi esperti – ormai autorevoli e riconosciuti anche all’esterno dell’associazionismo – attinge collaborazioni qualificate, puntuali e aggiornate.

Il direttore responsabile della rivista è Carlo Giacobini, già direttore editoriale di Mobilità e responsabile dello stesso sito HandyLex.org

Abbonarsi subito!

HandyLexPress è disponibile solo su carta e non viene riprodotta in internet, spazio in cui rimangono aggiornati altri documenti con altri servizi e modalità di consultazione. HandyLexPress viene diffusa con continuità, cioè con sei numeri l’anno, solo agli abbonati. Il costo dell’abbonamento a regime è di 20 euro per sei numeri.

Conviene abbonarsi fin d’ora, per essere certi di ricevere già il primo numero, in arrivo nelle case i primi giorni del nuovo anno.

Ma l’abbonamento – da subito – è anche un modo di manifestare l’apprezzamento per le intenzioni e il lavoro sin qui svolto dal sito HandyLex.org.

Abbonati subito a HandyLexPress

L’abbonamento a HandyLexPress costa 20 euro per sei numeri e può essere sottoscritto in qualsiasi momento dell’anno.

È possibile sottoscrivere l’abbonamento a HandyLexPress effettuando un versamento di 20 euro sul conto corrente postale n. 91663831 intestato a EmpowerNet srl – Via P. P. Vergerio, 19 – 35126 Padova. Si raccomanda di scrivere con chiarezza il proprio indirizzo nel bollettino.

È possibile sottoscrivere l’abbonamento anche online sul sito www.handylex.org utilizzando carte di credito anche prepagate.

Si ringraziano tutti coloro che crederanno in questa nuova importante iniziativa.

Per maggiori informazioni: www.handylex.org.

Nel primo numero

Il primo numero di HandyLexPress, nelle case degli abbonati ai primi di gennaio, sarà già particolarmente interessante e ricco di strumenti pratici per i Lettori.

Fra gli articoli previsti: un’indagine sui contributi alla vita indipendente nelle Regioni; un’intervista serrata al Ministro Brunetta; edifici pubblici inaccessibili: come difendersi, quando denunciare; le normativa da applicare per le disabilità percettive; l’assistenza a scuola: come ottenerla, come difendersi; separati o divorziati con figlio disabile: tutti gli obblighi e i diritti dei genitori; la casa: tutte le agevolazioni possibili oggi; cicli di riabilitazione: diritto o opportunità condizionata?; mi hanno riservato una camera inaccessibile: e adesso che faccio?

Questo e molto altro già nel primo numero.